liquirizia biologica di calabria
 
 
 

I Progetti integrati di filiera (Pif) rappresentano uno degli strumenti legislativi più innovativi e ambiziosi proposti dalla Comunità europea nell’ambito dei Programmi di sviluppo rurale (Psr) regionali. Il loro obiettivo è favorire l’aggregazione e la collaborazione dei diversi attori delle filiere produttive con azioni di formazione professionale e informazione, valorizzazione delle produzioni, ricerca e sviluppo.

 

Avviato nell’ambito del Psr Calabria 2007-2013, il Progetto integrato di filiera «Dalla dop Liquirizia di Calabria», che ha previsto indagini di settore, formazione degli operatori della filiera e interventi di modernizzazione delle strutture produttive esistenti, con uno stanziamento della Regione Calabria di complessivi 1.324.000 euro, ha dimostrato che l’aggregazione e la progettualità condivisa possono vincere tante ritrosie e dare anche ai prodotti di nicchia la necessaria energia per emergere.

 

L’aggregazione ha consentito la costituzione di una massa critica di circa 1.000 ettari di liquirizeti coltivati e spontanei e trasmesso alla Liquirizia di Calabria più forza sia in direzione dei mercati sia all’interno della stessa filiera.

 

«Ci credevamo, anche se continuavano a dirci che ormai, di liquirizia ce n’era poca, pochissima, e che quindi non c’era motivo di illuderci perché il prodotto, di alta qualità, avrebbe avuto quantità molto limitate, tali da impedire ogni velleità di progetti su ampia scala» Antonio Massarotto, Presidente del Pif «Dalla dop Liquirizia di Calabria».

   
Pif «Dalla dop Liquirizia di Calabria» - Corso Luigi Fera, 79 (ex Corso Italia) - 87100 Cosenza - T. 0984.407763 - F. 0984.393495